Ballottaggio – Ecco la pagella dei due Candidati a Sindaco in merito alle proposte programmatiche di CambiAMOdena. “Sulla carta” hanno superato la prova, rimane qualche se e qualche ma.

CambiAMOdena in modo responsabile e costruttivo ha ritenuto di contribuire alla scelta del futuro Sindaco attraverso la formulazione di proposte programmatiche, anticipate da un incontro che è avvenuto con Bortolotti e non con Muzzarelli, probabilmente per sua indisponibilità. Apprezziamo il senso di responsabilità dimostrato da ambedue i Candidati nell’aver dato risposte ad ogni punto assumendo così impegni formali verso la cittadinanza.

Con soddisfazione rileviamo unanime convergenza sulla nostra proposta di avviare immediatamente, con una larga condivisione politica, un Piano di Sviluppo dell’Economia e dell’Occupazione, oltre all’interesse a dar vita al Progetto M.O.T.R.I.C.E.. Come anche nell’aggiungere a Modena la “Vocazione Turistica” e la relativa abolizione della Tassa di Soggiorno.

Piena condivisione anche nel trasformare il Centro Storico nel Salotto di Modena, risolvendo il problema dell’accessibilità, della riqualificazione e dei servizi. Sul tema del ridimensionamento del progetto Sant’Agostino, rileviamo una sostanziale divergenza tra i due Candidati. Bortolotti concorda, Muzzarelli dissente. Al proposito, noi riteniamo che i fondi a disposizione, possano essere impiegati su più interventi per la città, anziché essere concentrati su un unico Progetto sovradimensionato per il contesto attuale. Ogni intervento, dovrà essere preventivamente inserito in un nuovo PSC, al fine di evitare di fare interventi a “pezzi e bocconi”. Anche sul Paino Sosta c’è una comune volontà a rivederlo, ma qui c’è il trema Novi Park che purtroppo, per vincoli contrattuali, non c’è altra strada che cercare di sfruttarlo al meglio. Infine, sulla modifica dei nomi di alcune Piazze o Vie, ricevute da tanti nostri elettori, c’è una comune apertura.
Sulla sburocratizzazione della Pubblica Amministrazione, pieno sintonia, come per la riduzione dei Dirigenti e la ridefinizione dei compensi variabili. In merito alla Riduzione della Pressione Fiscale, ambedue concordano in linea di principio, ma poi, nel merito, un po’ tentennano.

Trascurano che ci potrebbero essere interessanti recuperi di risorse dalla Spending Review.

Sulle Società controllate o partecipate, qui un po’ “casca l’asino”. Ambedue sono reticenti ad affrontare la questione con un’impostazione politica di stampo Liberal Democratico Europeo. Bortolotti vorrebbe cedere solamente ciò che è in perdita e tenere ciò che produce valore. Muzzarelli, in linea di principio manifesta disponibilità ma poi chiede di approfondire il tema. Cosa che se ci avesse incontrato, avrebbe avuto modo di fare. Noi chiediamo che la Pubblica Amministrazione non faccia l’imprenditore. Quini, stare in società quotate in borsa o non quotate, che operano in regime di libero mercato, riteniamo che non rientri nella propria missione. Vedi Hera, Farmacie Comunali ecc. Cosa diversa è controllare una Municipalizzata che gestisca servizi primari in monopolio come l’Acqua e i Rifiuti.

Sulla questione Sicurezza a misura di Donna, andiamo molto bene, piena condivisione reciproca.

Infine, tutti concordano nel dare libero accesso a internet nelle aree pubbliche. Tutti apprezzano l’idea di dare vita ogni anno al Festival dei Giovani e nel creare il centro del Volontariato e delle Donne. Sull’agevolare, ovvero, non limitare, l’accesso alle scuole d’ispirazione Religiosa, ambedue rimarcano il ruolo importante della Scuola Pubblica.

In conclusione, sulla “carta”, ambedue avrebbero superato la prova alle istanze che rappresentiamo. Con questa inusuale modalità, CambiAMOdena ha ritenuto di aver dato un contributo importante a tutta la città. Starà poi a colui che diventerà Sindaco far fronte agl’impegni assunti. Dal canto nostro, saremo elemento di collaborazione e di stimolo affinché ciò avvenga. Riteniamo che se anche in seguito sarà mantenuto questo metodo di dialogo e confronto tra le forze politiche, possiamo dire che stiamo partendo con il piede giusto. CambiAMOdena, invita pertanto tutti i cittadini a recarsi alle urne il giorno 8 giugno per fare il proprio dovere e, sulla base delle valutazioni programmatiche, scegliere per colui che possa meglio garantire il cambiamento.

Scarica la pagella