Menu Chiudi

News – Elezioni comunali Modena 2019

Sono sempre paradossali le dichiarazioni dei #SICobas.
Quando si tratta dell’arresto del loro leader, è tutta una montatura della #Polizia, se arrivano ai loro iscritti 30 denunce da parte della Questura, è un atto di intimidazione, se un loro iscritto, già ampiamente noto alle Forze dell’ordine per certi fatti, è vittima di un atto di violenza, allora automaticamente vogliono far credere che sia conseguente al fatto che è iscritto ai SI Cobas.
Poi, si collega questo fatto addirittura all’inusuale invito presso il #Ministero del Lavoro dei SI Cobas. Ben vengano anche loro nella lotta all’illegalità e contro le cooperative spurie, però vadano anche al Ministero degli Interni a spiegare quali sono i rapporti che hanno con alcune Cooperative e Consorzi di somministrazione lavoro che nel giro di pochi anni ha raggiunto decine di milioni di fatturato.
In queste vicende, ci vuole prudenza perché il movente potrebbe avere svariate origini, di stampo razziale, religioso, regolamento di conti ecc. Prese di posizione così affrettate non fanno altro che gettare un grande sospetto sulle dinamiche della vicenda. Se prima avevo qualche dubbio, ora inizio ad avere qualche certezza. Mi auguro che la Magistratura indaghi a 360° per capire bene se e quale strumentalizzazione ci possa essere dietro.
Come sempre, sto dalla parte della legalità, con le Forze dell’ordine, i lavoratori ed i #sindacati confederali e le imprese, contro coloro che voglio sovvertire lo stato di diritto.